Archivi categoria: scuola

Novità

Standard

A proposito della comunione, Godzi dice,

– Sull’ostia non potremmo mettere salsa rosa?

Oggi abbiamo comprato con il Miserabile Facchino dei pennelli nuovi, una cartella nuova e un’agendina rosa coi fogli bianchi. Nuova.

Ieri sono stata a casa delle amiche del mare, la loro cagnetta ha partorito dei cuccioli bellissimi. Loro non vogliono affezionarsi troppo perché tra un mese devono darli via.

 

Annunci

Diario

Standard

Ho scoperto che scrivere il diario del fine settimana (non questo, ma quello per scuola) è molto meglio che fare problemi di geometria. Là se sbagli non trovi la soluzione, qui se sbagli la soluzione la trovi comunque.

Godzi deve imparare a memoria i nomi dei pesci che popolano i fiumi, delle piante e degli uccelli che nidificano. Legge una riga e la ripete a papà che poi gli fa un’altra domanda, e lui non sa rispondere e riprende il libro. Così per l’eternità.

Domani si torna a scuola, ma conto i giorni che mancano a giugno.

Oggi

Standard

Ieri è venuta a dormire da me la mia amica. Ci siamo divertite, ma stamattina mi ha svegliato alle otto e mezza, oh no! Erano undici anni che non mi svegliavo così presto in un giorno di festa. Ho passato la mattina con gli occhi incollati al diesse, poi al telefonino, finché papà mi ha riportato alla realtà dei compiti.

Tanti compiti! Invece Godzi ne ha meno, ma non vuole farli e così passa sui libri il doppio del tempo e prende anche i rimproveri di papà.

Il mio ginocchio va molto meglio, domani è Pasqua e piove sempre.

Il suo piede sinistro

Standard

La scuola va bene, la mattina mi sveglio presto, troppo! Papà mi porta a fare colazione poi m’accompagna col motorino, questi giorni ancora non fa freddo. Una volta a settimana faccio ginnastica artistica, una volta a settimana vado a catechismo, il resto delle settimana occupo la mia trionfale posizione sul divano da dove controllo il telecomando e il ds.

Godzi è finalmente riuscito a saltare tutta la rampa di scale che scende fino a casa nostra, ma il tentativo non è finito perfettamente: il suo piede sinistro s’è contuso e lui non riusciva più a camminare. Sono tre giorni che zoppica, ma sempre meno. Visto che vorrebbe ancora le coccole si trascina, annaspa, ma poi salta come un grillo. Stasera, poi, s’è tradito, perché si è fasciato accuratamente il piede destro, peccato che però quello infortunato fosse il sinistro. Che risate!

Sabato scorso siamo stati a Subiaco, dove abbiamo festeggiato i compleanni di papà e di zio Alberto. Siamo stati bene e casa di nonna è piena di cassetti con dentro molte meraviglie. Voglio tornarci!

Domenica

Standard

Oggi è venuta nonna, siamo andati al ristorante cinese. Godzi prendeva tempo osservando i pesci e le tartarughe sotto il pavimento trasparente, dentro un acquario. Poi ha trovato una tartaruga piccola dentro una fontana nella sala di sopra. Abbiamo mangiato cose buone.

A casa ho incollato pezzi di legno e ho fatto una casa, una sedia, un carretto che domani dipingerò insieme a papà, che intanto faceva un quadro bellissimo con gli acquarelli.

Ho scritto il diario della giornata per la scuola, ma era diverso da questo. Papà ha smontato la tenda in terrazzo perché devono venire gli operai per montare i ponteggi. Si vede il cielo di notte e mamma era contenta, seduta al buio.

Oggi è sempre oggi

Standard

Agosto ci siamo quasi annoiati. A settembre Godzi ha trovato una farfalla che gli stava sulle dita senza muoversi, ha provato a dargli acqua con dentro un fiore,

– per il nettare. Ha detto.

Tagliando un cavetto verde per fargli un prato finto,

– così si sente a casa.

L’ha messa dentro una scatola, quella ogni tanto provava a volare. Papà gli ha detto che forse era una farfalla anziana. Godzi l’ha lasciata libera nel cortile, posandola su un punto alto.

Ho passato diversi giorni sul divano, convinta che fosse arrivato l’autunno. Poi papà mi portava sulla spiaggia e facevo il bagno e tiravo la sabbia a Godzi facendolo urlare. Come urla!

Godzi ha svuotato l’aeroporto dagli aerei, io ho messo le mie piny pon dentro una scatola, papà ha faticato due settimane per mettere a posto casa.

Oggi era il primo giorno di scuola, con le amiche ci hanno divise, per socializzare, dicono le professoresse, che ancora chiamo maestre.

Godzi ha detto che la nuova maestra di matematica è severa e brutta. Prevediamo battaglie.