Andrea va piano

Standard

Oggi con Andrea abbiamo animato le piste. Lui voleva sempre stare vicino a mamma sia quando sciavamo che quando salivamo in seggiovia. Io ero gelosa, ma non troppo, e ho potuto divertirmi un po’ tormentandolo.

Era facile, quando sciavamo io potevo andare più veloce e lui, per cercare di superarmi, e tornare in coda a mamma, cadeva sempre, sì! Invece di rialzarsi, come vedeva che sfrecciavo lontana insieme alla Grande Generatrice, iniziava a urlare e aspettava il Miserabile Facchino, che parte sempre per ultimo e raccatta i nostri cocci quando cadiamo.

Un paio di volte l’ho preso in giro con risate sataniche salendo da sola con mamma sulla seggiovia mentre lui, ancora alla fine della pista, urlava come un matto facendo girare tutti. Allora si lasciava nuovamente cadere nella neve, in preda a crisi isteriche mischiate a terribili minacce verso di me, la sua adorata sorellina! Papà, che l’aspettava poco più a valle, doveva spiegare affranto, agli sciatori che si fermavano preoccupati, che no, non s’era fracassato le gambe, no, non era assiderato, no, stava solo avendo una crisi di gelosia acuta.

Siamo andati avanti così tutto il giorno e Andrea, per tutte le lacrime versate, s’era tolta la crema protettiva e stasera è tutto rosso in faccia, sì!

Abbiamo fatto diventare pazzi papà e mamma, però un sacco di gente s’è divertita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...