Archivio mensile:luglio 2011

Standard

Andrea si tuffa dagli scogli, prende una tavola da windwurf tutta rotta e insieme prendiamo il largo e giochiamo a stare in piedi. I bambini mi lanciano la sabbia e mi inseguono, il loro piccolo problema è che io corro molto più veloce di loro così non mi prendono mai, ma io prendo loro come un caccia a reazione prende un deltaplano, sì! Scavo buche con le amichette e facciamo piste per le biglie ma gli altri barano! La catena della mia bicicletta si stava arrugginendo ma il Miserabile Facchino l'ha oliata. Godzi intanto prende le biciclette dei grandi e pedala appeso come una scimmia. Il canotto che ci hanno regalato s'è bucato, così come un materassino, un altro canotto e diversi vecchi salvagente, devono esserci pesci-spina nel mare.

Annunci

Standard

Oggi sono rimasta a casa, anche se non avevo la febbre, mentre fuori c'era molto vento. E' venuta a trovarni nonna mentre papà e Godzi andavano al mare dove c'era, mi hanno detto, mare mosso. L'unica notizia buona della giornata è che mamma ha trovato un gioco che chiedevo da un mese, tutti i giorni e tutte le ore, facendole rischiare l'esaurimento nervoso. Con Godzi abbiamo giocato con i pugni di scimmia che papà ha fatto annodando delle corde. Mi sento meglio e domani finalmente esco.

Standard

Mi è tornata la febbre, oh no! Così sono bloccata a casa mentre tutti gli altri si divertono, che sfortuna. Godzi ieri è andato sulla spiaggia per una ventina di minuti, in questo breve tempo ha commesso i seguenti reati: rissa e danneggiamento di altrui castello di sabbia, eccesso di velocità con la bici sul mattonato riservato ai pedoni, resistenza a pubblico ufficiale (il Miserabile Facchino) e ingiurie e minacce (sempre a papà). Oggi invece è andato con mamma al parco giochi, dove ha dimostrato la sua spaventosa abilità saltando elegantemente sul tappeto elastico e producendosi poi in meno eleganti crash-test con una moto, a suo dire, troppo potente per quel circuito troppo piccolo. Spero solo di sentirmi meglio domattina!

Standard

Oggi sono arrivate le mie altre due amiche, tardi, stasera, eppure abbiamo giocato! A un certo punto sono caduta da ferma mentre giocavamo a un nascondino strano, in cui tutti inseguivano uno solo che si nascondeva, mi sono sbucciata un ginocchio e papà ha detto che giocavamo, piuttosto, a "fuga da Alcatraz". Hanno comprato, a me e Godzi, gli sciroppi per fare le granite a casa, evviva! e ieri il Miserabile Facchino mi ha comprato una nuova scheda del ds, che felicità! Gli ho dovuto giurare che non pronuncerò più la parola "schedina" per i prossimi vent'anni, a meno che non ne giochi una vincente. Andrea oggi non ha combinato nulla, e questa è una notizia da prima pagina, non vi ci abituate.

Standard

La mia febbre è andata via, ho fatto il bagno e ho seminato i maschietti nella corsa perché corro veloce come il vento, sì! Andrea invece sta consumando il copertone della ruota dietro della sua bici facendo le sgommate, ovvero stupide frenate con giravolte della povera bici, che si domanda se il suo karma sia pessimo o orribile.

Standard

Cari tre lettori, perdono per il mio silenzio! La mia pigrizia sfiora la leggenda, ma è ora d'aggiornare questo diario. Da quando siamo arrivati non è successo molto, questo è un altro motivo per cui ho sospeso le pubblicazioni. Le notizie buone sono che sono arrivate alcune mie amiche, quelle cattive sono che oggi non mi sento bene e devo stare a casa, inoltre ho dovuto iniziare a fare i compiti estivi, oh no!
L'altro giorno abbiamo trovato un uccellino malato, abbiamo cercato di aiutarlo ma temo che abbiamo accelerato la sua triste fine, povero lui! La mia bicicletta nuova funziona benissimo, dormo fino a tardi la mattina, la sera giochiamo a nascondino sulla spiaggia, il mio ds funziona bene e sto aspettando un gioco nuovo. Non va male!
E Godzi? presto detto. E' stato punto da una tracina e ha strillato mezz'ora, col piede nella sabbia bollente il dolore è andato via dopo una mezz'ora e lui s'è addormentato come uno scemo sulla spiaggia! In bicicletta fa le acrobazie, si diverte a tuffarsi di testa dagli scogli, prende i paguri, esplora il fondo con la maschera, corre sui massi del molo e gioca coi suoi amici a tirarsi la sabbia, strilla da morire quando deve fare i compiti. Non è molto ma l'estate è sempre così, tanta attesa e poca sostanza, soprattutto per quanto lo riguarda.