BM 5

Standard

Alla fine Godzi ha avuto il suo Primo Vero Incidente con la bicicletta. Non è stata del tutto colpa sua, salvo che, ruotando il manubrio, aveva fatto saltare il cavo del freno anteriore. In seguito, il venefico fratellino, lanciato come una locomotiva, quando è stato il momento di fermarsi non ha potuto usare il freno migliore, quello rotto. Così si è schiantato contro un palo e poi contro un muro Molto Rugoso. Si è grattugiato la fronte, un braccio, un fianco e un piede ed è tornato a casa piangendo, cosa rara. Curato amorevolmente dalla Grande Generatrice, è rimasto tranquillo per, diciamo, venti secondi, poi ha preso il monopattino facendosi male altrove. Adesso ha macchie di mercuriocromo dappertutto, haha!
Adoro i giardini grandi, e noi abbiamo solo due piccoli cortili, così propongo sempre a papà di comprare casa nuova ma lui, stranamente, dice che non è mica tanto facile facendomi vedere le sue tasche vuote, chissà cosa vuol dire. Così fingo di affezionarmi a qualcuno per poter giocare nel suo giardino. Tutto questo è molto vile, ma mi piace! Ma devo confessare che questa vita sempre uguale è un po’ pesante: sveglia Quando Mi Va, colazione principesca servita nelle mie graziose mani, e dopo, in alternativa, l’inferno (i compiti estivi) o il paradiso (la televisione o il Diesse), poi il mare. Il Miserabile Facchino mi ha detto – Tanto studi, tanto giochi; così la mia giornata è equamente divisa in lacrime e sorrisi.
Ieri papà è tornato a Roma, ne abbiamo approfittato per mandare ai matti sia mamma che nonna Adriana. mentre la cugina Sofia, che è stata qui una settimana ospite da noi, appena si è trasferita a casa sua, nel viale accanto, è sparita urlando di sollievo dopo le angherie cui l’abbiamo sottoposta.
E quando il Miserabile Facchino ci vieta qualcosa, io piango in maniera disgustosa, lamentandomi e lagnandomi più abilmente di una mendicante al semaforo, mentre Godzi sfodera il suo armamentario di pugni e parolacce Molto Proibite (stando bene attento a non farsi sentire). Lo so che siamo due bimbi difficili da sopportare, ma mi pentirò solo quando sarò mamma, tra trecento anni, hahaha!

Annunci

Una risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...