Archivio mensile:giugno 2007

Scarlattina?

Standard

Allarme, o cari lettori. Al nido infestato da Godzilla venne segnalato lunedì un caso di scarlattina. Ovviamente Andrea venne lasciato a casa in attesa che gli ipotetici giorni di incubazione passassero. Nonostante la sua salute sembri ottima, stamattina la Grande Generatrice lo ha condotto in un laboratorio di analisi cliniche per un tampone faringeo, atto a rilevare presenze aliene nella gola del marmocchio. Dopo aver cercato di mordere il paziente dottore, Godzi accettò in dono un ovetto di cioccolata che ne attenuò i furori. Lunedì avremo i risultati, ma quel giorno tutto sarà già compiuto. Spero che Godzi non mi infetti, altrimenti l’ammazzo – perché questo vorrebbe dire che il nostro trasferimento al mare tarderebbe a realizzarsi.

Annunci

Conto alla rovescia

Standard

Oh, con netscape sono ricomparsi tutti i comandi per postare senza pasticciare con l’html. Questo esclamò il Miserabile Facchino al momento di trascrivere le mie impressioni sulla  spensierata vita che conduco qui.
La buona notizia è che scuola finì gloriosamente, con una superba festa durata dalle 9 del mattino alle 6 di sera, che sterminò una buona metà dei genitori presenti. Con una temperatura vicina ai settecento gradi, in un capo assoltao, ci producemmo (si produssero) in una serie di giochi demenziali che fece versare tonnellate di sudore agli sfortunati capifamiglia. La squadra capitanata dal Miserabile Facchino fece un figurone, riuscendo a perdere l’ultima posizione proprio nelle  prove finali, peccato! E dire che ce l’avevano messa tutta per terminare come fanale di cosa della manifestazione. A ora di pranzo vennero distruibiti lasagne e panini con la porchetta, che alzarono il livello di colesterolo oltre i limiti consentiti dalle norme europee.
Venne anche nonna Adriana, che mi tenne compagnia nel mio doloroso disinteresse verso le varie attività. Ebbi la mia felicità solo nel pomeriggio, quando intervenneo  Martina e Carlotta, con le quali finalmente potei giocare in allegria.
Conobbi la mia insegnate di prima elementare, che non mi piacque per niente. Ma conclusi salomonicamente che anche se non mi piaceva me la sarei tenuta.
La buona notizia è che tra una settimana io e Andrea Godzi andremo al mare, dove ci attende una stagione lunga e calda e piena di bagni; per i nostri vecchi invece si prepara una lunga stagione nomade tra il Circeo e Roma.

Cose

Standard

L’origine di tutto forse fu che mangiai troppa cioccolata, fatto sta che mi venne un po’ di febbre e un lieve mal di pancia. Tutto questo evitò che io andassi a scuola per tre giorni disseminati lungo la settimana, mentre Godzi sì, e ciò mi rese serena perché il venefico fratellino rovina il mio equilibrio nervoso – non solo il mio in effetti.

Conclusi il mio anno di nuoto con una prestazione al limite dell’indecenza, che mi valse comunque un brevetto. Tra me e mamma formammo la Squadra Smemorina, dimenticando negli spogliatoi il costume, i bagnoschiuma, gli shampoo e le creme per i miei fluenti dorati capelli. Inoltre la Grande Generatrice dimenticò di prendere in segreteria il mio brevetto. Questo provocò una domanda a mamma da parte del Miserabile Facchino, che dovette andare a recuperare tutto ciò.
"Hai dimenticato anche una fetta della tua parte più nobile là?".

Anche se il tempo è variabile e si alternano giorni freschi ad altri più caldi, mi venne comunicato che tra qualche settimana avverrà il trasferimento al mare, un’epopea grandiosa, una carovana di pionieri che si dirigerà verso l’ambita spiaggia e il desiderato mare. La nostra speranza comune è che Godzi si sfianchi così da essere meno nocivo a casa.

Ah, il mare!