Archivio mensile:marzo 2005

Vacanze di Pasqua

Standard

La vacanza da nonna Franca sta andando bene. Ieri c’era un po’ di sole e mentre il Gattonatore Folle se ne stava scontroso sul passeggino io e papà siamo andati a cercare il cane Uccio di nonna, scappato per correre dietro a una cagnetta su per i terreni circostanti. Abbiamo incontrato un bel torrente argentino e scrosciante nel fosso dove ho tirato dei sassi che facevano dei grandi splash. Abbiamo visto un asinello nero in lontananza e io volevo lanciarmi in una galoppata selvaggia nei campi per raggiungerlo. Poi un cane da guardia che mi guardava strano come fossi una salsiccia! Di Uccio nessuna notizia però. Nonna è molto arrabbiata con lui.

Il Gattonatore Scontroso

Perché non viene qui?

Una volta tornati a casa ho inseguito il gatto Moui sul terreno di nonna. Lui è grosso e quando si scoccia mi graffia, ma io seguito a carezzarlo.

triste e sconsolata

Sono un po’ triste perché i cugini sono partiti oggi, soprattutto Giampi che mi piace un sacco tanto che l’ho perseguitato per due giorni. È il mio preferito! Oggi ho mangiato al suo fianco, da sola, ho svuotato tutti i piatti e ho bevuto anche un goccio di vino! Chissà se mi ha notata.

La temibile Suor Raffaella ci ha insegnato una poesia di Pasqua molto carina che vi risparmio. L’ho declamata a tutti e ho ricevuto due uova al cioccolato che ho perforato con una trivella per estrarre il prezioso regalo.

Piove a dirotto, ma dentro casa si sta tanto bene. Papà mi chiama la Principessa Zucchetta.

 

Annunci

Briciole quotidiane

Standard

sono Molto Pensierosa

La Grande Generatrice soddisfatta dopo la tempesta virale che ci ha colpiti tutti: "I bimbi non hanno preso antibiotici!". Il Miserabile Facchino, che tiene l’amministrazione, ha chiosato "sì, ma hanno preso tutto il resto della farmacia!". Come non arrivare alla fine del mese.

Oggi al Gattonatore Folle hanno inoculato due robuste dosi di vaccino, due punture che hanno provocato in lui viva indignazione. Speravo che questo evento provocasse in lui effetti sedativi, invece ha proseguito come niente fosse a insidiare i Sacri Oggetti che lascio sul tappeto. Il biberon, i libri di favole, i peluche, il lego, le mollette, il puzzle eccetera… Dai discorsi dei vecchi arguisco che la settimana prossima toccherà a me ricevere le punzecchiature sulle parti nobili, ma dovrei ricevere un ghiotto regalo, oltre a veder sterminati gli animaletti cattivi nella pancia.

Ora che ascolto la musica dei grandi la mia assillante richiesta ai vecchi è "balliamo?". Il Miserabile Facchino acconsente muovendosi come un tarantolato per poi schiantarsi sul divano, senza forze, mentre la prodigiosa mammina mi prende in braccio e gira vorticosamente con me, finché un giramento di testa non ci costringe alla resa. Però soprattutto io ballo da sola…

 

Ahimé, egli gattona

Standard

La fine del mio possesso indiscriminato, assoluto e perfetto sul territorio di casa sta per finire. Andrea, ex-piastrella, ex-rana, spinge le sue turpi voglie oltre il tappeto a lui assegnato. Ieri sera ha faticosamente esplorato parte del salone, ma secondo le previsioni dei miei vecchi entro un paio di settimane potrei ritrovarmelo in camera mia! Profanazione del sacro suolo! L’unica consolazione è che il Gattonatore si muove con una scompostezza tipicamente maschile, annaspando, gemendo e cigolando verso l’oggetto che attira la sua attenzione. Ora non so se riuscirò ancora a venderlo, perché non telefonate?

Standard

 

vendonsi

Vendo fratellino in procinto di gattonare, prezzo modico.

Nome: Andrea
età: 7 mesi

Note caratteristiche: tranquillo, dorme la notte, urla con moderazione e piange solo in caso di necessità.

Difetti: ama stare in braccio, sbava tutti i miei giocattoli.

Consumi: due pappe al giorno più quantità variabili di latte e frutta

Telefonare ore pasti al 555 3689 230 e chiedere di Flaminia

nella foto, l’articolo in vendita

Il Mio Caro Fratellino

 

Standard

 

La terrificante notte di Sanremo

Io e la pubblicità

Ho scoperto le canzonette che mi fanno ballare e così ho visto tutto Sanremo, ah ah. Il Miserabile Facchino si è rassegnato a ballare con me mentre la Grande Generatrice insegnava passi incerti di danza alla rana Andrea. Abbiamo formato un quadretto surrealista e io ero felice! Ora che c’è la pubblicità sono mooolto triste e desidero solo nuove canzoni. Mamma si chiede angosciata: ma che musica sentiranno questi?

A proposito di Andrea, aveva tra le mani un libro di Oriana Fallaci, la scrittrice più feroce del mondo insieme ad Ann Coulter. Bene, dopo un paio di minuti di trattamento dalla sovracopertina la povera donna implorava pietà mentre Andrea sghignazzava con rinnovata ferocia nella sua opera di distruzione. Povera Oriana, dissolta dalla bava solforica del Gattonatore Incerto.